LOADING

Type to search

Europa-Park, il parco n°1 della Germania

danielg November 7, 2019
Share

Europa Park a Natale: tutto quello che dovete sapere per godervi il periodo più magico dell’anno nel Parco n°1 della Germania

Ammettiamolo: Europa Park, pur essendo il Parco di divertimenti n°1 della Germania, non è così conosciuto qui da noi. Ma quando ci troviamo ad elencarne le tante qualità, quando lo raccontiamo ad amici e conoscenti, in tutti si accende subito la scintilla della curiosità e la voglia di partire immediatamente per Rust.

Del resto, come potrebbe non essere così? Europa Park è un’autentica sorpresa, sia per chi lo vive per la prima volta sia per chi, come noi, è ormai di casa.

Il Parco si trasforma di continuo, si espande, muta come un camaleonte a seconda delle stagioni e degli eventi.

E secondo noi il periodo in cui proprio dà il meglio di sé é durante il periodo di apertura invernale. Vogliamo quindi cogliere l’occasione per farvi scoprire questo magico mondo e darvi al contempo
qualche consiglio utile su come gestire al meglio la vostra vacanza ad Europa Park.

Dove si trova Europa Park

Europa Park si trova nel centro del piccolo paese di Rust, nelle vicinanze di Friburgo e di Colmar. Si può dire quindi che si trova quasi al confine tra il Baden-Württemberg tedesco e l’Alsazia francese. 

E quando diciamo che si trova nel centro di Rust lo intendiamo letteralmente: tutto ruota intorno al Parco, e tantissime attività legate all’accoglienza e/o all’enogastronomia sono infatti sorte per far fronte al flusso crescente di turisti in visita.

 

Come raggiungere il Parco

In auto

Il parco è vicino all’autostrada A5 (uscita 57b Rust). Seguendo l’uscita 57b Rust si arriva direttamente all’Europa-Park e ai suoi hotel.

  • Venendo da nord: Autostrada A5 direzione Basilea.
  • Venendo da sud: Autostrada A5 direzione Francoforte. 

Tenete presente che:

 

  • I visitatori dell’Europa-Park hanno la possibilità di parcheggiare l’automobile direttamente all’ingresso principale al costo di 7€. 
  •  Gli ospiti degli alberghi possono posteggiare gratuitamente nei parcheggi appositi.
  • Motociclisti e ciclisti hanno a disposizione appositi posti gratuiti a fianco del «parcheggio riservato» (all’ingresso principale dell’Europa-Park e raggiungibile tramite l’accesso del parcheggio).
  • Colonnine elettriche di ricarica sono posizionate nelle vicinanze del Camp Resort e presso i parcheggi riservati. Gli hotel Krønasår, Bell Rock, Colosseo ed El Andaluz dispongono di due colonnine di ricarica ognuno ad uso degli ospiti del resort alberghiero.

In treno

La fermata ufficiale dell’Europa-Park è la stazione ferroviaria di Ringsheim.

In aereo

Arrivando in aereo, è possibile atterrare in diversi aeroporti di destinazione e avvalersi di shuttle che collegano direttamente gli scali con l’Europa-Park.

 

Il Parco: notizie generali

 

Europa Park nasce nel lontano 1975 come spazio espositivo per le attrazioni create dalla famiglia Mack.

Giostrai da generazioni, i Mack sono ancora oggi  alla guida del Parco e ne curano personalmente l’espansione. Per loro Europa Park è casa, e non di rado avrete la possibilità di incontrarli mentre bighellonano nel Parco o si godono qualche attrazione.

Il solo Europa Park si estende per ben 335000 metri quadrati, che salgono a 710000 se contiamo anche lo spazio occupato dagli hotel e dal campeggio ad esso collegati.

Al suo interno trovano spazio più di 100 attrazioni suddivise a livello di ambientazione in 15 diverse land tematizzate, ognuna delle quali rappresenta uno Stato europeo.

A queste 15 land se ne aggiungono altre tre, non legate però allo stesso filo conduttore: la Terra dell’Avventura, la Foresta Incantata Grimm e il Regno dei Minimei. Quest’ultimo celebra la bellissima trilogia cinematografica di Luc Besson, che ha inoltre contribuito alla progettazione della land e della sua attrazione principale, Arthur.

E’ a Natale però che il Parco diventa davvero magico: più di 2000 abeti innevati e interrati per l’occasione, luci colorate, un mercatino tradizionale, l’ufficio di Babbo Natale…

E’ come essere a Rovaniemi, ma percorrendo molta meno strada!

Grandi e piccini restano incantati di fronte a tanta bellezza, e i sogni sembrano prendere forma e consistenza e diventare realtà.

Le attrazioni

Come già detto le attrazioni sono più di 100, ed è impossibile non trovarne di proprio gusto. Ci sono dark rides tranquille, giostrine per bambini, montagne russe adrenaliniche e tante attrazioni acquatiche. Consigliamo assolutamente di provare Voletarium, un flying theatre spettacolare, e personalmente adoriamo anche provare brividi e adrenalina sul Blue Fire e su Arthur…Ma davvero non c’è nulla che non ci piaccia. Contate che veniamo al Parco anche in compagnia di una nonna 87enne con problemi di ridotta mobilità e con la nostra nipotina di 4 anni, e anche loro si divertono sempre tanto ad Europa Park. Più garanzia di qualità ed eterogeneità di così…!

A Natale poi anche le attrazioni si modificano. 

Quelle acquatiche di norma chiudono per il freddo, ma in realtà dipende dalla temperatura: l’inverno passato, ad esempio, sono rimaste tutte aperte.

Anche gli ottovolanti più adrenalinici potrebbero essere chiusi per motivi di sicurezza se la temperatura dovesse scendere sotto i 5°C.

Per questo motivo, essendoci la possibilità di poter godere di meno attrazioni rispetto alla stagione estiva, il biglietto d’ingresso al Parco costa decisamente meno rispetto al solito. E questo anche se poi in realtà le attrazioni dovessero tutte essere correttamente funzionanti ed agibili. 

Sotto Natale poi viene montata un’immensa ruota panoramica: raggiunge l’altezza di ben 55 m, e questo la rende la ruota panoramica “smontabile” più alta d’Europa.

Inoltre vengono allestite piste per il pattinaggio sul ghiaccio, per lo slittino e anche piccole piste da sci per bambini.

Non un’attrazione ma qualcosa di puramente scenografico le sculture di ghiaccio dedicate al mondo acquatico di Rulantica e l’esposizione di lanterne colorate.

 

Gli spettacoli

Anche chi proprio non ama le giostre potrà trovare pane per i suoi denti grazie ai numerosissimi spettacoli di Europa Park. 

Troverete rodei medievali, musical, esibizioni di flamenco…

Naturalmente troveranno spazio anche nuovi spettacoli dedicati alla stagione invernale. Lo show del pattinaggio sul ghiaccio indosserà una nuova veste, la parata pomeridiana si ricoprirà di luci e farà la sua comparsa persino Babbo Natale. E poi videomapping sulla cupola del Can Can Coaster nel quartiere francese e tante altre sorprese.

 

Dove e cosa mangiare

Ogni area, oltre ad avere al suo interno attrazioni in qualche modo ad essa collegate, ospita anche ristoranti che servono cibi locali di ottima qualità. Ecco quindi che, ad esempio, in Svizzera troverete l’attrazione del Bob e potrete gustare un’ottima raclette.

Ai locali già esistenti se ne aggiungono due decisamente speciali solo e soltanto durante la stagione invernale.

Il primo è l’Ice Bar, ovvero un bar realizzato interamente in ghiaccio. Potrete consumare snack e bevande calde e fredde…ma forse meglio quelle calde, perché di freddo ce n’è già abbastanza!

Il secondo è una baita di legno che ogni anno viene ricostruita da zero nel quartiere portoghese, proprio di fronte alla ruota panoramica. Qui è tassativo ordinare la fonduta, servita con sottaceti e pane all’alcool o meno, e innaffiarla con dell’ottima birra. Del resto siete pur sempre in Germania…

Ad Europa Park, ci teniamo a precisarlo, tutta la cucina è di ottima qualità. Ma se proprio dobbiamo consigliarvi qualcosa, oltre alla già celebrata fonduta, è lo shepherd’s pie servito nel ristorante del quartiere irlandese. E’ caldo, calorico ed è estremente adatto ad affrontare il rigido inverno.

Menzione d’onore anche ai numerosissimi dolci, dalle immense fette di torta ai dolcetti di pan di zenzero tipici del Nord Europa.

Una curiosità: sapete che i membri della famiglia Mack, ancora prima di diventare giostrai, producevano carri per il trasporto dei dolciumi nelle fiere…?

 

Rulantica: la prossima apertura

Proprio durante la stagione invernale entrerà a far parte del magico mondo di Europa Park il nuovo parco acquatico al chiuso, Rulantica. Interamente tematizzato e immenso, aprirà i battenti il 28 novembre. E ovviamente al momento non possiamo raccontarvi niente di più in merito…

Di certo però l’ingresso a Rulantica richiederà un biglietto extra rispetto a quello per Europa Park.

Dove dormire

Il resort di Europa Park si compone di un bellissimo campeggio a tema Old Wild West, con tanto di laghetto balneabile e area protetta per le cicogne, e di numerosi hotel di fascia alta.

Interamente tematizzati e dedicati a varie nazioni, gli alberghi di Europa Park sono:

  • Hotel Bell Rock: omaggia il New England con la sua struttura a faro rosso e bianco. Vanta la presenza del ristorante Ammolite (due stelle Michelin) e di una piscina con fontane che dilettano gli ospiti con giochi di luci, musica e acqua
  • Hotel Colosseo: servono davvero delle presentazioni…?
  • Hotel Santa Isabel: un antico monastero portoghese
  • Hotel Castillo Alcazar: dove rivive il medioevo spagnolo
  • Hotel El Andaluz: una casa colonica spagnola
  • Hotel Krønasår: dedicato al nuovo parco acquatico

Per sistemazioni più economiche troverete invece una grande offerta di ostelli, pensioni e B&B sparsi per tutta Rust.

 

Consigli utili per affrontare al meglio l’inverno ad Europa Park

Il primo banalissimo consiglio è quello di vestirvi a strati. Di solito gli inverni in Germania sono piuttosto rigidi, ma come vi abbiamo già detto quello passato è stato invece piuttosto tiepido. Occhio però alle sferzate dell’aria gelida quando sarete sulle attrazioni…

Vi consigliamo di acquistare il vostro biglietto di ingresso al parco in anticipo e online per evitare le possibili code alle casse.

Vi abbiamo già detto che all’interno del Parco i cani sono i benvenuti…? Portate Fido con voi, e fate respirare anche a lui un po’ della magia del Natale!

Prima di entrare ad Europa Park sarete sottoposti a controlli di sicurezza con metal detector: controllate di non avere con voi oggetti potenzialmente pericolosi e cercate comunque di viaggiare leggeri e senza oggetti di troppo valore: spesso per salire sulle attrazioni dovrete lasciare a terra i vostri zaini, e benché tenuti in sicurezza è sempre meglio non rischiare.

Portatevi una buona scorta d’acqua se la birra proprio non fa per voi: all’estero è davvero cara (anche se potrete richiedere indietro la cauzione data per la bottiglia), e tenete presente che non avrete fontanelle per ricaricare le vostre borracce.

 Infine…divertitevi!

 

Ultime considerazioni su Europa Park

Consigliamo una visita ad Europa Park in ogni momento dell’anno, ma a Natale ancora di più. L’atmosfera è realmente magica e farà sognare sia i grandi che i piccini. Si mangia bene, benissimo, e gli spettacoli sono davvero numerosi. Forse un po’ kitsch alcuni, ma quella di calcare la mano è una prerogativa del popolo teutonico. Questo si nota anche dalla quantità esorbitante di addobbi e decorazioni presenti nel Parco: forse neanche Babbo Natale può godere di tanto!

Giorni e orari di apertura

Per meglio organizzare la vostra vacanza ad Europa Park, ecco qui infine giorni e orari di apertura al pubblico:

Stagione Invernale ad Europa Park: dal 23 novembre al 6 gennaio e l’11 e il 12 gennaio. Chiuso il 25 e 26 dicembre.

Orari di apertura: dalle 11.00 almeno fino alle 19.00… Gli orari di apertura potrebbero protrarsi in caso di grande affluenza al Parco!

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *